IL MARTEDI’ CULTURALE – Il padre della musica polifonica. Giovanni Pierluigi da Palestrina e l’attuale sede della Fondazione

d5Giovanni Pierluigi da Palestrina è unanimemente ritenuto uno dei più grandi compositori della storia della musica. Nasce a Palestrina tra il 1525 e il 1526 da una famiglia della città: da questo dunque l’aggettivo “da Palestrina”.
Il musicista inizia la sua formazione musicale nella Cappella di Santa Maria Maggiore a Roma, ottenendo nel 1544 il ruolo di organista e maestro di cori nella Cattedrale di Palestrina. Sotto il pontificato di Giulio II, Pierluigi da Palestrina ottenne la direzione della Cappella Giulia nella Basilica Vaticana, mentre durante il breve pontificato di papa Marcello II, comporrà una delle sue musiche più famose: Missa Papae Marcelli. Alla composizione di musica sacra il maestro alterna quella profana con la realizzazione di madrigali.
Seguono gli anni nei quali Giovanni Pierluigi strinse rapporti con i più importanti cardinali e sovrani del tempo: il cardinale Ippolito d’Este, Massimiliano II d’Asburgo e il duca Guglielmo Gonzaga, per poi essere incaricato, nel 1577, da Gregorio XIII di revisionare i libri di canto gregoriano, ordinato dal Concilio di Trento e poi da papa Pio IV.
Ancor prima della sua morte, avvenuta nel 1594, Giovanni Pierluigi da Palestrina, venne considerato già dai suoi contemporanei come uno dei più apprezzati e stimati musicisti. La sua produzione fu molto vasta e comprende un ampio repertorio come messe, mottetti, madrigali, inni, lamentazioni, magnificat e offertori.
Nella città di Palestrina si trova la Casa Natale del celebre compositore rinascimentale, sede e centro di studi della Fondazione Giovanni Pierluigi da Palestrina, un’istituzione fondata nel 1973 per valorizzare e promuovere la figura del grande maestro prenestino.
La Casa Natale di Pierluigi da Palestrina è un edificio di origine quattro-cinquecentesca e negli anni novanta del 1900 è stato oggetto di un intervento di restauro da parte del Ministero dei Beni Culturali.
L’edificio si articola su tre livelli. Al piano terreno è ospitata una mostra biografica del compositore, con ritratti, affreschi e dipinti che ripercorrono la figura del grande musicista. Una rampa di scale conduce al primo piano dove si tiene un’esposizione delle opere del compositore prenestino. Qui è conservato parte del materiale di studio della Fondazione Giovanni Pierluigi da Palestrina: una raccolta di microfilm delle fonti musicali manoscritte e a stampa delle opere del Pierluigi. Al secondo piano è conservata la biblioteca del Centro Studi, dove sono riposti volumi di interesse musicale con un settore specializzato sulla cultura rinascimentale. A lato si apre un piccolo cortiletto all’aperto impiegato per varie manifestazioni artistiche e culturali.